Rivolta d'Adda.info

Scompare il servizio Piedibus

  • Pubblicato in data: 09/12/2014
  • Fonte: Blog Alto Cremasco

Il Piedibus di Rivolta d’Adda si è spento a poco a poco e a gennaio morirà. Ne ha dato l’annuncio l’assessore alle politiche sociali Angelo Cirtoli, che ha spiegato che “vani sono stati i continui sforzi profusi per la ricerca di volontari per proseguire questa esperienza, con l’intento peraltro di ripristinare anche le due linee soppresse lo scorso anno scolastico.

Abbiamo più volte cercato la collaborazione dei professionisti dell’Asl nonché delle stesse insegnanti per spiegare alle famiglie i vantaggi di salute e di socialità di questa pratica. Abbiamo anche realizzato un filmato sulle quattro linee attive invitando tutti i genitori delle elementari ad assistere perché potessero constatare l’entusiasmo dei bambini. Tutto invano”.

“In questi anni abbiamo più volte sollecitato sempre i genitori ed altre persone che ne avessero la possibilità, attraverso lettere, avvisi sui giornali, in occasione dei vari incontri pubblici, a dedicare mezz’ora del loro tempo per un servizio davvero prezioso per la comunità. Abbiamo coinvolto pure la scuola, il cui dirigente ha scritto ai genitori ed ai nonni chiedendo la collaborazione per non far spegnere questa esperienza che, oltre a rappresentare un momento importante per lo sviluppo delle abilità necessarie a vivere in sicurezza la strada, è di fondamentale importanza per la salute ed il benessere dei bambini.”

“Questi inviti continui non hanno però acceso l’interesse e l’impegno di chi, in particolare i genitori, avrebbero avuto solo benefici da questa attività.

Il Piedibus è un servizio che combatte egoismo e individualismi, crea partecipazione e comunità, ma si regge solo sulla collaborazione del volontariato, è così dappertutto ed è un vero peccato che a Rivolta non sia stato capito e apprezzato. Dovrà dunque morire?”


Condividi questa pagina
Twitter Facebook Google+ LinkedIn

Note: Articolo a cura di Silvia Tozzi
Qualora qualcuno riscontrasse errori, notizie di parte, documenti non autorizzati o diritti d'autore violati non esiti a contattarci immediatamente.
Per commenti ed invio materiale aggiuntivo contattaci
Per promuovere questa pagina ad un amico clicca qui oppure ricordagli www.rivoltadadda.info